citta proibita

La Città Proibita, simbolo di Pechino, è il palazzo imperiale più grande e meglio conservato di tutta la Cina. Un tempo impenetrabile, la Città Proibita di Pechino oggi è aperta al pubblico; scoprite gli orari e come comprare il biglietto online dal sito ufficiale! Nel nostro articolo trovate anche informazioni, mappe e foto della Città Proibita, simbolo della Cina.

Città Proibita - Informazioni generali

  • Indirizzo: 4 Jingshan Front St, Dongcheng, Pechino;
  • Come arrivare: linea 1 della metropolitana fino alla fermata Tiananmen West oppure Tiananmen East;
  • Orari: alta stagione 08:30 a 17:00, biglietti disponibili fino 16:00, ultima entrata alle 16:10; bassa stagione 08:30 a 16:30, biglietti disponibili fino alle 15:30, ultima entrata alle 15:40. La Città Proibita è chiusa il lunedì. Per acquistare i biglietti è necessario mostrare il passaporto;
  • Tempo consigliato per la visita: minimo 2 o 3 ore

10 numeri per descrivere la Città Proibita

citta proibita cina
  • Ci sono messi 14 anni per la costruzione della Città Proibita (dal 1406 al 1420).
  • È stato costruito da oltre 1.000.000 di lavoratori, inclusi più di 100.000 artigiani.
  • Fu il palazzo imperiale della Cina per 492 anni (1420-1912).
  • Era la casa di 24 imperatori: 14 della dinastia Ming e 10 della dinastia Qing.
  • Copre 0,72 kmq, di cui 15 ettari sono la superficie del pavimento.
  • Dispone di 980 edifici in oltre 70 complessi del palazzo, con oltre 8.700 stanze.
  • È lunga 961 metri da sud a nord e larga 753 metri.
  • È circondata da un muro alto 10 metri, lungo 3,4 km.
  • È circondato da un fossato largo 52 metri.
  • Ospita 14 milioni di visitatori all'anno, un massimo di 80.000 visitatori al giorno.

Perchè è chiamata Città Proibita?

In origine si chiamava "Città Proibita Viola" (紫禁城 Zijincheng /dzrr-jin-chng/)." Zi" significa viola, "Jin " significa proibire e " cheng" significa città.

Il palazzo è inoltre una riproduzione del Palazzo Viola, dimora, secondo la tradizione, del Dio del Cielo. Nei tempi antichi, infatti, si credeva che l'imperatore fosse il figlio del Cielo e anche per questo l'accesso al palazzo imperiale era proibito alla gente comune.

Questo è un buon modo per stabilire un'immagine maestosa dell'imperatore e per proteggere i membri delle famiglie reali che vivono all'interno e mantenere i segreti di stato.

La Città Proibita: dove si trova?

citta proibita cina

Costruita tra il 1406 e il 1420 durante la dinastia Ming (1368 - 1644), la Città Proibita occupa l'esatto centro di Pechino, capitale della Cina. La sua ubicazione non è casuale, il palazzo sorge infatti all'interno dell'antica Città Imperiale, ovvero un distretto circondato da mura che ospitava le sedi del potere durante la dinastia Yuan (1279 - 1368). Questa posizione era inoltre considerata fausta dal punto di vista geomantico.

Perché rispettasse i concetti del feng shui e per aumentare la difesa del palazzo, tutto intorno alla residenza imperiale fu scavato un fossato e la terra ricavata dallo scavo fu utilizzata per costruire una collina artificiale, Jingshan. La collina, che è ancora oggi il punto più alto del centro storico di Pechino, aveva inoltre la funzione di riparare la Città Proibita dal vento.

A sud, la Città Proibita si affaccia infine su Piazza Tiananmen, testimone di importanti eventi storici.

Storia della Città Proibita

citta proibita cina

Chi ha costruito la Città Proibita e perchè ?

La dinastia Ming (1368–1644) fu fondata da Zhu Yuanzhang. Dopo aver catturato Nanchino per la prima volta nel 1358 e averne fatto la sua capitale, il suo esercito attaccò Dadu (ora Pechino), capitale dell'impero Yuan, e la catturò nel 1368.

I Ming poi bruciarono i palazzi della precedente dinastia- Yuan a Dadu, e Zhu Yuanzhang diventò ufficialmente Imperatore dell'Impero Ming. Nanchino è diventata la prima capitale della dinastia Ming.

L'imperatore Yongle (regnò dal 1402 al 1433) fu il terzo imperatore dei Ming. Quando era giovane, è stato nominato sovrano di Pechino e della regione di Pechino, e ha costruito una base di potere nel nord-est.

Yongle conquistò Nanchino nel 1402. L'ex palazzo fu bruciato. C'erano molti ministri contro di lui in tribunale. Pertanto, voleva spostare la capitale da Nanchino al suo ex feudo di Pechino per indebolire il potere dei ministri che erano seguaci dell'ultimo imperatore e che si opponevano a lui. Inoltre, il confine settentrionale era spesso invaso da nomadi in quel momento, quindi spostò la capitale verso nord a Pechino per proteggere il nord. Nel 1403 trasferì la capitale a Dadu e la ribattezzò Pechino. Voleva costruire la sua capitale e stabilire la sua amministrazione di corte a Pechino, dove si sentiva più sicuro.

La costruzione della Città Proibita

citta proibita mappa
Fate click qui per ingrandire la mappa della Città Proibita

La costruzione della Città Proibita iniziò nel 1406, il quarto anno di reggenza dell'imperatore Yongle della Dinastia Ming, e terminò nel 1420. Il palazzo fu utilizzato come centro del potere politico cinese fino al 1912, anno di abdicazione dell'ultimo imperatore, Pu Yi (1906 - 1967), che continuò a risiedervi fino al 1924. In totale, ha ospitato 24 imperatori delle dinastie Ming (1368 - 1644) e Qing (1644 -1911).

La struttura del complesso palaziale si ispira a quella della Città Proibita di Nanchino, utilizzata come residenza imperiale dagli imperatori Ming prima dello spostamento della capitale a Pechino.

Nel 1961 la Città Proibita è stata inserita nell'elenco dei monumenti storici più importanti della Cina ed è stata messa sotto la speciale protezione da parte del Governo centrale cinese.

Nel 1987 è stata nominata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO. È stata riconosciuta come uno dei cinque più importanti palazzi al mondo (gli altri quattro sono il Palazzo di Versailles in Francia, Buckingham Palace nel Regno Unito, la Casa Bianca negli Stati Uniti e il Cremlino in Russia).

Caratteristiche del palazzo imperiale di Pechino

citta proibita cina

La Città Proibita copre un'area di 72 ettari e ha una superficie totale di circa 150mila metri quadrati. È costituita da oltre 90 tra palazzi e cortili, 980 edifici e 8.728 stanze.

Possiamo dividere la Città Proibita in tre parti: linea di difesa (fossato e mura), Corte Esterna e Corte Interna.

1. Linea di difesa

La Città Proibita è circondata da una cinta muraria alta 10 metri, per una circonferenza di 3.430 metri. Ad ognuno dei quattro angoli sorgono delle torri di guardia che in passato erano rigidamente sorvegliate.

Le mura sono a loro volta circondate da un fossato artificiale largo 52 metri, come prima linea di difesa.

Ai quattro punti cardinali, le mura si aprono in quattro porte principali: la Porta Meridiana a Sud, Porta della Divina Potenza a Nord, Porta della Gloria dell'Est e Porta della Gloria dell'Ovest. I visitatori oggi possono accedere alla Città Proibita attraverso la Porta della Pace Celeste (Tienanmen), che conduce alla Porta Meridiana del palazzo. L'uscita principale è quella opposta, la Porta della Divina Potenza.

2. Corte Esterna

citta proibita cina

Attraversando la Porta della Pace Celeste si arriva in un ampio cortile con pavimento in mattoni e poi alla Porta Meridiana (Wumen in Cinese). La Porta Meridiana era il luogo in cui l'imperatore annunciava il nuovo calendario lunare durante il solstizio d'inverno. Oltrepassando la Porta Meridiana e il Ponte del Torrente Dorato si arriva alla Corte Esterna.

La Corte esterna è costituita da tre edifici principali, il Palazzo della Suprema Armonia (Taihedian), il Palazzo dell'Armonia Centrale e il Palazzo della Preservazione dell'Armonia (Baohedian). È in questi palazzi che l'Imperatore teneva le grandi cerimonie e conduceva gli affari di stato.

Il primo palazzo che incontrerete è il Palazzo della Suprema Armonia, la più importante e più grande struttura dell'intera Città Proibita. Il Trono del Drago degli Imperatori (Longyi) si trova in questo palazzo.

Dietro il Palazzo della Suprema Armonia c'è il Palazzo dell'Armonia Centrale (Zhonghedian), il luogo di riposo dell'Imperatore prima di presiedere ai grandi eventi che si tenevano nel Palazzo della Suprema Armonia. In questa sala gli imperatori si preparavano anche per i riti sacrificali al Tempio del Cielo.

L'ultimo edificio è il Palazzo della Preservazione dell'Armonia, era usato per i banchetti e per gli esami imperiali.

Ci sono dei giardini laterali con interessanti palazzi da esplorare. Se visitate la Città Proibita con una delle nostre guide, avvisatela nel caso voleste soffermarvi anche su queste zone laterali: camminare intorno al palazzo richiederà tempo ulteriore, quindi avrà bisogno di organizzare i tempi per farvi godere al meglio della visita.

Fuori dal Palazzo della Preservazione dell'Armonia, è possibile notare un grande blocco di marmo inciso con disegni di nuvole e draghi. Proseguendo dritto, vedrete un'altra porta, chiamata la Porta della Purezza Celeste (Qianqingmen), l'ingresso principale alla Corte Interna.

Siete interessati all'architettura cinese? I nostri tour vi faranno scoprire il meglio dei siti di interesse storico, architettonico e culturale. Date un'occhiata ai nostri tour di Pechino per non perdervi il meglio di questa meravigliosa città ricca di storia!

3. Corte Interna

citta proibita cina

La Corte interna è composta da tre strutture principali: il Palazzo della Purezza Celeste, il Palazzo della Grande Unione e il Palazzo della Tranquillità terrena. Dietro i tre edifici principali ci sono sei palazzi orientali e sei palazzi occidentali, nei quali l'imperatore era solito condurre gli affari quotidiani e che erano gli edifici dove vivevano l'Imperatore e le concubine. Questi palazzi sono stati trasformati in sale espositive, nelle quali è esposto parte del tesoro imperiale o mostre temporanee.

La prima struttura dentro la Corte Interna è il Palazzo della Purezza Celeste, il luogo in cui gli imperatori dormivano. Accanto si trova il Palazzo della Grande Unione , nel quale erano custoditi i sigilli imperiali. Il terzo palazzo è il Palazzo della Tranquillità terrena, la camera nuziale degli imperatori.

Uscendo e camminando verso Nord, si troverà il Giardino Imperiale

Sul lato sinistro della Corte Interna si trova il Palazzo del Nutrimento dello Spirito (Yangxindian), il più importante edificio dopo il Palazzo dell'Armonia Suprema. A partire dal terzo imperatore Yongzhen, tutti gli imperatori Qing, 8 in totale, hanno vissuto qui. Tutti i palazzi sul lato orientale e occidentale e le antiche residenze delle concubine, sono state trasformate in sale espositive.

Architettura e simbologia della Città Proibita

citta proibita cina

L'architettura Città Proibita è pregna di cultura tradizionale; gli elementi chiave sono cinque:

  • Disposizione sull'asse Nord-Sud. Per dimostrare che l'Imperatore era il figlio del Cielo, la sua residenza doveva essere al centro dell'Universo. Per questa ragione, tutte le porte principali si trovano sull'asse Nord-Sud della vecchia Pechino, linea che divide anche simmetricamente il palazzo a metà.
  • Colori imperiali. I colori principali della Città Proibita sono il giallo e il rosso. Muri, colonne, porte e finestre sono dipinte di rosso, colore simbolo di felicità e buona fortuna secondo la cultura tradizionale cinese. Le tegole dei tetti invece sono gialle, un colore che durante le dinastie Ming e Qing poteva utilizzare solo l'Imperatore.
  • Decorazioni sui tetti. Sui tetti degli edifici principali si notano file di piccoli animali che ricordano i gargoyle dell'architettura occidentale.Sono in realtà file draghi, fenici e leoni, tutti animali simbolici nella cultura tradizionale. Il drago e la fenice, rispettivamente, simboleggiavano l'Imperatore e l'Imperatrice; il leone invece era (ed è tutt'ora) simbolo di forza. Il numero degli animali varia in base all'importanza dell'edificio.
  • Architettura e ingegneria tradizionali. La Città Proibita è l'esempio più rappresentativo e più grande di architettura e ingegneria tradizionale cinese. Si scelse il legno migliore per la costruzione di edifici e padiglioni e non sono stati usati chiodi, visiti come elementi che avrebbero interrotto l'armonia delle forme e del complesso.
  • Leoni in bronzo o in pietra. I leoni posti agli ingressi sono i guardiani simbolici dell'edificio. Sono sempre in numero pari: a sinistra c'è la femmina e a destra il maschio. Li potrete vedere all'entrata degli edifici principali della Città Proibita, ma anche in altri palazzi e strutture tradizionali di Pechino.

I tesori del Museo del Palazzo

Il Museo del Palazzo contiene più di un milione di opere d'arte rare e di valore, un sesto del numero totale di cimeli culturali in Cina.La collezione comprende ceramiche, dipinti, calligrafia, bronzi, orologi, pezzi di giada, libri antichi e documenti storici. Le mostre principali sono:

  • La Galleria degli orologi nella Sala delle offerte ancestrali (Fengxian Dian)
  • La Galleria dei Tesori nel Palazzo della Longevità Tranquilla (Ningshou Gong)
  • La Galleria dei dipinti e della calligrafia nella Sala dell'Eminenza Militare (Wuying Dian)
  • La Galleria di Porcellane e Ceramiche nella Sala della Gloria letteraria (Wenhua Dian)
  • La Galleria dei Oggetti in Bronzo nel Palazzo del Favore Celeste (Chengqian Dian)

Come visitare la Città Proibita

La Città Proibita è un'attrazione imperdibile per i visitatori di Pechino. I visitatori sono limitati a 80.000 al giorno. Si consiglia di prenotare con largo anticipo.Tutti i visitatori devono acquistare in anticipo i biglietti elettronici online, tramite il sito web ufficiale del museo (nessun servizio in inglese) o le agenzie di viaggio.Per l'acquisto dei biglietti sono necessari i passaporti degli stranieri. I biglietti vengono venduti con 10 giorni di anticipo sul sito ufficiale, mentre la prenotazione anticipata è accettata da alcune agenzie di viaggio.

La Città Proibita è composta da 980 edifici con più di 8.700 stanze e contiene vaste collezioni di cimeli. Vi consigliamo di includere nel vostro tour le sale principali, le collezioni inestimabili e alcuni luoghi con leggende e aneddoti interessanti. Continuate a leggere i dettagli su come visitare la Città Proibita.

Consigli di viaggio

Create subito il vostro tour personalizzato su misura con i nostri esperti di viaggio!